Il Museo dell'antica arte della distillazione

Presso Casalotto di Mombaruzzo, percorrendo i corridoi, le sale e i salotti della distilleria, non si viene solamente a conoscenza della storia di una famiglia che ha fatto dell’arte della distillazione la sua linea guida, ma emerge anche, la volontà di testimoniare l’antichità di un mestiere cha ha fatto la storia e l’evoluzione dell’uomo, allestendo in un ampio salone gli impianti e le apparecchiature utilizzati in precedenza, in parte dalla famiglia stessa e in parte recuperati e acquistati nel corso degli anni. Tra alambicchi, distillatori, bolle di concentrazione e colonne di distillazione che sembrano sfilare e farsi emozionanti testimoni di una storia lunga secoli, spicca l’originale impianto di distillazione del 1947, risalente al primo anno di attività delle distillerie.

Ad ampliare un così importante patrimonio culturale alcuni alambicchi del 1968 prodotti dall’Ingegnere tedesco Christian Carl di Goeppingen, alcune caldaiette della ditta F.lli Mussi di Milano e una pergamena originale del 1662 in lingua latina riportante l’atto di fondazione di un’aggregazione ecclesiastica in Casalotto di Mombaruzzo. É possibile, inoltre, ammirare una mappatura completa del territorio di Mombaruzzo risalente a fine ‘700 sotto il marchesato Pallavicini. Le mappe catastali sono perfettamente conservate e fotografano esattamente la suddivisione delle proprietà terriere di allora.