Oltre - Living the Discovery

It's a Matter of People
Living the Discovery

Oltre è curiosità e scoperta, azione e ragione. La notte, mentre gli altri dormono, si perde a guardare le stelle con il telescopio, per vedere se in fondo al buio è rimasto qualcosa di nuovo da scoprire. La curiosità è il motore delle sue giornate; non si accontenta di spiegazioni affrettate e frasi fatte, ogni giorno cerca nuove strade, nuovi orizzonti, nuove cose da fare e nuovi modi per fare le cose di sempre. Quando si alza al mattino si prepara ad essere travolto dalla meraviglia di una nuova scoperta. Oltre vive di sorprese, quelle che hanno il potere di cambiarti dentro e fuori; sa che nulla resta com’è e in questo risiede la bellezza della vita. Il fuoco che ha dentro non conosce limiti; ci va oltre.

Silvano

Io qui mi occupo della distillazione, quindi ho un contatto molto diretto con il prodotto, lo seguo, ci lavoro. Quando devo studiare un nuovo prodotto, ci penso giorno e notte, sperimento mille combinazioni. Per un po’ sembra che nulla funzioni, poi scatta qualcosa...ed eccola lì, la combinazione perfetta, che non aspettava altro che di essere scoperta. Mi piace pensare che l’incastro perfetto già sia lì e io debba trovarlo, portarlo alla luce e farlo esprimere. E mi fa felice quando le persone lo assaggiano per la prima volta e lo trovano buono. Ogni volta che distillo e alla fine dopo tanto lavoro esce il prodotto finito…beh, sono fiero di quello che faccio.

[Silvano]

 
Silvano
Diego

Otto anni fa, il giorno di Cantine Aperte, eravamo tutti molto elettrizzati e belli carichi per la giornata, mi chiama mia moglie e mi dice “Amore, ti ho mandato una foto, guardala perché è importante.” Io non immaginavo assolutamente che avrei fatto la scoperta più bella della mia vita: aspettavamo un figlio. Nel frattempo arriva il primo gruppo di persone, dei ragazzi abbastanza giovani, sui 20/25 anni, ed io ero emozionatissimo, non riuscivo a ragionare! Allora ho detto loro “scusatemi, oggi ho un po’ la testa nel pallone perché mia moglie mi ha dato una notizia bellissima, aspettiamo un figlio”. Queste persone che non avevo mai visto e mai conosciuto hanno iniziato a farmi i complimenti, abbracciarmi.

[Diego]

 
Federica

Da piccola, vivevo a Mombaruzzo e avevo fatto amicizia con la nipote degli ultimi proprietari di Villa Prato. Mi ricordo che giocavamo a fare le esploratrici, a cercare ogni giorno nuovi angoli del giardino, e poi ricordo questo grosso portone oltre al quale non potevamo andare. Io mi immaginavo cosa avrebbe potuto nascondersi dietro quel portone. Mi ricordo questa sensazione di fascino e di mistero, di qualcosa di irraggiungibile che puoi intuire ma non puoi vedere o sentire completamente. Mi sarebbe piaciuto tantissimo scoprire cosa si nascondeva dietro quel portone. Mai avrei pensato all’epoca che poi sarei finita qui a lavorare, invece adesso sono qui e questo ricordo, questo aver finalmente svelato il mistero, ogni giorno mi dà una carica immensa.

[Federica]

 
Federica
Erika

Io sono qui da vent’anni quindi ho visto tutte le generazioni: dal fondatore Paolo a Gianfranco e Chicco a Annacarla e Giulia. Mi ricordo il primo giorno di lavoro, io avevo parlato con Chicco e Gian quindi mi aspettavo di incontrare per primi loro. Invece sono arrivata in anticipo e, visto che era sempre lì, ho conosciuto subito Paolo che mi ha aperto la porta e mi ha accolta come si accoglie una di famiglia. È stata una bellissima scoperta, non mi aspettavo minimamente che fosse così cordiale e alla mano! Mi ha sorpresa, pensavo mi sarei trovata di fronte una persona burbera e introversa. A volte le più belle scoperte sono le persone.

[Erika]

 
 
  • Oltre - Living the Discovery
  • Oltre - Living the Discovery